Crea sito

La delegazione FAI – fondo ambiente italiano, da tempo promuove l’educazione e la sensibilizzazione della pluralità alla conoscenza, alla cura e al rispetto della natura, oltre a tutelare e a valorizzare il patrimonio artistico e culturale italiano.
Gli alunni del Liceo Scientifico Statale A. Guarasci, in veste di “apprendisti ciceroni”, hanno preso parte alla riscoperta culturale del territorio di Squillace, il 28 novembre 2017. Grazie agli apprendisti ciceroni, che assumono il ruolo di vere e proprie guide turistiche e consentono ai propri coetanei di avventurarsi in un mondo lontano dalla gioventù d’oggi, si è approfondita la conoscenza sulle origini della cittadina, un tempo centro della Magna Grecia.
Due opere che non possiamo non menzionare sono la piccola chiesa gotica di Santa Maria della Pietà, completamente spoglia, ed anche l’imponente cattedrale di Santa Maria Assunta, luogo di culto di Squillace. Per ammirare la vera bellezza di Squillace non ci resta che attraversare gli antichi borghi cittadini fino a raggiungere il castello Normanno, il quale ci offre un panorama senza eguali che fa scorgere la natura circostante e molti paesi limitrofi.
Il castello domina la parte alta della cittadina attraverso la presenza di due possenti torri.
Al giorno d’oggi questi risultano eventi di grande importanza per i giovani, sempre più attaccati ad uno schermo e meno interessati alle bellezze e alla storia del luoghi che li circondano. Il FAI risulta ammirevole nell’intenzione di acculturare i ragazzi sotto questo profilo e speriamo continuino a promuovere escursioni simili in futuro.

Martino Carmela.

Ripercorrendo il passato.