Crea sito

Una sala gremita di studenti, l’entusiasmo di Susanna Bernoldi – coordinatrice del Gruppo AIFO di Imperia – e poco più di un’ora di tempo: è questa la ricetta che ieri, al Liceo Scientifico, ha permesso di fare un tuffo nella visione solidale del mondo AIFO (Associazione Italiana Amici di Raoul Follereau), “dal 1961 con gli ultimi”.

 

Nata per sostenere la lotta alla lebbra e ispirata dall’azione del filantropo francese Raoul Follereau, l’Associazione è impegnata – soprattutto nel Sud del mondo – contro ogni forma di discriminazione e ingiustizia sociale, con particolare attenzione alla disabilità, alla sanità e alla parità di genere.

 

Durante l’incontro, in cui si è svolta la premiazione del Concorso Scolastico AIFO 2017/2018, le parole energiche di Susanna hanno lasciato il segno: la missione dell’Associazione non è “carità compassionevole”, ma l’affiancamento dei più deboli, da pari a pari – da amici -, per favorire l’affermazione e la tutela della dignità umana.

Così, attraverso video e foto scattate durante i suoi viaggi solidali, gli studenti hanno accompagnato Susanna nel suo pellegrinaggio intorno al mondo, dalla Mongolia con le sue gher (abitazioni tipiche) fino ai Paesi più poveri dell’Africa, dove AIFO si impegna da più di 50 anni con progetti di prevenzione della lebbra e di inclusione sociale.

 

Vicinanza, sostegno, vera umanità: in un mondo sempre più socialmente anaffettivo, le storie di una profonda solidarietà umana – raccontata anche attraverso le testimonianze di chi, grazie all’aiuto dei volontari AIFO, riesce a riscattarsi dalla desolazione che una vita ai margini del mondo sembra promettere – costringono gli studenti a riflettere, a lasciare da parte il cellulare e la chat di Whatsapp, inseparabile compagna dei momenti di noia, e a farsi trasportare in una realtà lontana, difficile da immaginare, ma che non può essere estranea, perché popolata da uomini e donne tali e quali a noi.

 

Così, l’incontro giunge a termine: Susanna deve scappare, si deve incontrare con altri studenti – questa volta ad Acireale – e contagiare anche loro con l’entusiasmo irrefrenabile, la l’attenzione verso il prossimo, la missione quotidiana che ha fatto sua da più di 30 anni: scegliere sempre la strada dell’amore, perché “il mondo non ha che due possibili destini: amarsi o scomparire”.

E guardando il logo dell’associazione, con due mani che si incontrano e avvolgono la nostra travagliata Terra, la scelta di AIFO appare chiarissima

           

 

 

 

 

 

 

 

 

 

P.S. Ricordiamo che è stato pubblicato il bando 2018/2019 del  Concorso Scolastico AIFO, vinto dalla nostra Scuola nell’A.S. 2017/2018, con tema disagio minorile, migrazioni e povertà.

Invitiamo tutti a partecipare e a cimentarsi in questa bellissima esperienza!

“Vivere è aiutare a vivere”: incontro con AIFO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*